Consuelo Agnesi è un architetto di Morrovalle, un paese in provincia di Macerata, e si occupa di accessibilità, in particolare per persone sorde. Tra i tanti progetti a cui ha lavorato ne racconta uno riguardante l’ accessibilità per persone sorde in ambienti pubblici e privati (abitazioni, alberghi...): il progetto è pensato per “tradurre” visivamente, grazie a dispositivi tecnologici, qualsiasi input sensoriale presente all’ interno delle strutture. Un’altra serie di progetti riguarda, invece, l’accessibilità in ambito culturale: in particolar modo, tra i più recenti, racconta di quello pensato per la città di Macerata, in occasione di un evento di Opera Lirica. Grazie a tale progetto le persone sorde hanno avuto la possibilità di avvicinarsi all’ Opera, conoscerne nel dettaglio contenuti e curiosità e approfondirne aspetti tecnici. Gli spettacoli in programmazione per la sera erano, inoltre, sottotitolati; il tutto ha fatto sì che le persone sorde potessero apprezzare una forma d’arte fino a quel momento poco conosciuta.

Consuelo racconta inoltre del progetto, pensato un po’ più in grande, relativo alla città di Matera, che sarà Capitale europea della Cultura per l’anno 2019. A tal proposito si è pensato ad un sistema di traduzione visiva in tutti gli alberghi; l’intera città sarà provvista di colonnine con video-guide in Lis, sottotitoli e pannelli in braille per persone sordo-cieche e cieche. Tutte iniziative che stanno rendendo Matera una città accessibile a 360°.

La legislazione italiana, spiega Consuelo, ha già al suo interno una legge che prevede l’obbligo di rendere accessibile qualsiasi ambiente pubblico o luogo di lavoro. Cita, ad esempio, il codice antincendio del 2015, che prevede che ogni edificio pubblico, ambiente di lavoro, o ospedale metta a disposizione sistemi di traduzione visiva. Serve del tempo, però, prima che la legge venga opportunamente conosciuta e, di conseguenza, attuata.

Come membro del gruppo di ricerca del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, del Ministero dell’Interno, nonchè responsabile dell’accessibilità per persone sorde, Consuelo si occupa anche di studiare e ideare soluzioni che garantiscano una totale sicurezza alle persone sorde che si trovino in stato di emergenza.